Se si parla di skincare maschile, il rischio di cadere nel luogo comune è dietro l’angolo. Uomini che non sanno e non vogliono prendersi cura del loro aspetto, che usano un solo detergente per tutte le parti del corpo, e fidanzate che si lamentano e li inseguono cercando di schiacciargli l’ennesimo punto nero.

E’ una scena che sicuramente abbiamo già visto. Ma, come per le donne, esistono diversi tipi di uomini:

  • quelli che si rifiutano di provarci,
  • quelli che provano ma proprio non ce la fanno,
  • quelli che si divertono e si prestano agli esperimenti,
  • quelli che proprio ci hanno “preso gusto” e sono ormai a loro agio nel mondo beauty.

Le caratteristiche della pelle maschile

Si da per scontato che la pelle maschile sia grassa ed impura, e di conseguenza generalmente i prodotti da uomo mirano a “sgrassare” e purificare. Ma non è sempre la scelta migliore. Anche la pelle maschile può essere disidratata e sensibile, basta pensare alle continue rasature e quindi aggressioni al film idrolipidico superficiale.

Inoltre succede spesso che, a forza di sgrassare e purificare, la pelle reagisce con un effetto rebound e diventa ancora più grassa. Ecco, in questo caso forse serve un approccio un po’ più soft, prodotti giusti e costanza per avere una pelle pulita ma anche idratata e nutrita.

E se appaiono pellicine e una fastidiosa sensazione di prurito e rossore? Potrebbe trattarsi di dermatite seborroica, ovvero un lievito che cresce nella nostra barriera cutanea che, se attivato, porta a questi effetti. Anche in questo caso servono prodotti specifici, che generalmente hanno un approccio purificante, ma soft e addolcente, non troppo aggressivo.

Come curare la pelle del viso maschile

Volete la versione semplice o la versione pro? E’ bene scegliere i prodotti per la skincare anche tenendo conto del tempo che vogliamo dedicargli.

Skin care routine uomo basic

Se sei un principiante o sai già che non avrai voglia di passare troppo tempo con creme e cremine questa è la routine per te.

Basta lavare il viso la mattina con un detergente schiumoso, come faresti con un normale sapone (si spera). Ne basta una goccia, da emulsionare tra le mani con un pò d’acqua prima di passarlo sul viso. Sonia consiglia il Turn Over Cleansing Gel di Dermorevision, che lascia la pelle fresca e levigata.

Il secondo step è la crema idratante, scegli una texture leggera, magari in gel, così da sentire la pelle nutrita ma non appiccicosa e lucida. Ne basta una piccola quantità, da spalmare sul viso con un leggero massaggio circolare.

Ad esempio, Gel ADN Silkgen è un fluido idratante e rinfrescante con una consistenza leggera, si assorbe subito e lascia la pelle fresca e rimpolpata. Perfetto per la pelle maschile.

Ripetere la stessa cosa alla sera prima di andare a letto per dare modo alla pelle di respirare e rigenerarsi durante la notte.

Skin care routine uomo avanzata

Aggiungere un prodotto alla tua routine quotidiana non fa di te un “metrosexual”, se questo ti preoccupa. Significa solo che avrai la pelle più idratata e un aspetto migliore.

Dopo la detersione e la crema idratante leggera, come nella routine precedente, puoi aggiungere una crema o siero contorno occhi, per idratare anche la delicata zona perioculare, prevenire le rughe e avere un aspetto più rilassato e riposato.

Ci sono prodotti specifici con un applicatore a penna, che oltre ad erogare il prodotto fanno un delicato massaggio drenante, molto pratici ed efficaci.

Creme Contour Yeux et Levres Biofixine è una crema levigante e antirughe che si può usare sia per il contorno occhi che per il contorno labbra.

Cool eyes è un siero rinfrescante ricco di principi attivi, che mantiene la pelle elastica, combatte le rughe e allo stesso tempo minimizza borse e occhiaie

Celestial Black Diamond Contour Gel è un minilifting in penna. Ha una texture in gel e un effetto liftante immediato. Basta massaggiarlo con l’apposito applicatore, senza nemmeno sporcarsi le dita, per un effetto wow.

Basta poco per avere un aspetto decisamente più curato e fresco.

Skin care routine uomo pro

Se sei arrivato a questo step, significa che ormai sai tutto della skincare. Oltre alla detersione, all’idratazione e alla cura del contorno occhi potresti introdurre l’esfoliazione oppure alternare prodotti con texture diverse in base a come sta la tua pelle e alla stagione.

Per quanto riguarda la detersione, se senti la pelle che tira, sospendi il detergente schiumogeno e usa invece un dischetto di cotone imbevuto di acqua micellare, da sciacquare poi con acqua.

E dopo aver deterso la pelle, puoi introdurre lo step dell’esfoliazione, che rimuove le cellule morte superficiali ed evita la formazione di impurità come i punti neri o comedoni. Per questo è bene insistere sulle zone dove ci sono più ghiandole sebacee, ovvero fronte, naso e mento.

Se hai la barba è particolarmente adatto uno scrub manuale da massaggiare sul viso per rimuovere le cellule morte, anche e soprattutto nella zona della barba, dove spesso si possono accumulare impurità o peli sottopelle. Se invece ti radi regolarmente puoi usare anche un peeling chimico, come le salviettine Renew-Skin. L’unica avvertenza è di fare attenzione il giorno della rasatura, perchè la pelle potrebbe essere troppo sensibile vista l’esfoliazione già realizzata dal passaggio della lametta.

Skincare uomo con barba

skin care uomo con barba

Fino a qualche decennio fa la barba era considerata segno di scarsa cura di sé e gli uomini si radevano minuziosamente anche tutte le mattine se necessario. Oggi la barba è ormai sdoganata, finalmente anche gli uomini hanno un accessorio con cui divertirsi e cambiare look, anzi, una barba ben curata è segno di cura e attenzione per il proprio aspetto.

Con il ritorno della moda hipster, dal 2010 in poi, la cura per la barba è diventata quasi maniacale, un vero e proprio hobby con tutta una serie di prodotti e accessori ad hoc e naturalmente di “adepti”. La barba hipster è generalmente lunga, apparentemente trasandata , ma in realtà ben curata e disegnata, può essere anche accompagnata dagli iconici baffi “a manubrio” per un look eccentrico e divertente.

3 step fondamentali per la cura della barba

  1. La prima regola è sicuramente l’igiene e la detersione. La barba tende a sporcarsi in fretta se non curata, con polvere, cibo, fumo, inquinamento, e i batteri potrebbero proliferare. E’ importante quindi lavarla almeno 2-3 volte a settimana con un prodotto specifico, meglio evitare il classico shampoo per capelli che la secca troppo. Dopo la detersione si può anche applicare un balsamo o una maschera, da sciacquare poi con attenzione.
  2. Un altro step fondamentale è pettinare la barba quotidianamente, per districarla e spazzolare via polvere e sporco. Pettine e forbici diventano alleati essenziali per aggiustarne la forma, renderla omogenea in lunghezza e densità e darle uno stile preciso.
  3. Infine si passa allo styling, per il quale si può scegliere un olio o un balsamo/pomata. L’olio nutre e lucida, ma non ha grossa tenuta, mentre la pomata serve per dare una forma e mantenerla più a lungo. E’ essenziale ad esempio per dare forma ai baffi.

Conclusioni

Gli uomini sono, giustamente, sempre più attenti al loro aspetto. E non perché debbano diventare tutti tronisti o calciatori, ma perché un aspetto naturale, ma curato è un ottimo biglietto da visita e fa anche sentire meglio.

Non esistono prodotti solo per uomo o solo per donna nell’ambito della skincare, la chimica non ha genere. Quello che cambia può essere packaging e profumazione, per rendere il prodotto più appetibile ad un pubblico maschile o femminile.

Brand come Biologique Recherche, Bakel o Dermorevision, in questo senso, sono dei fuoriclasse. Hanno sempre puntato e continuano a concentrarsi su formulazioni efficaci, principi attivi di eccellenza e formazione dei consulenti, non su packaging e profumazioni. Per questo si possono perfettamente integrare nella routine quotidiana sia di un uomo che di una donna.