Con l’arrivo della primavera, è inevitabile, viene voglia di leggerezza, anche per quanto riguarda la cura della pelle. Quest’anno forse ancora di più, visto l’inverno che ci siamo lasciati alle spalle.

Se chiudete gli occhi non immaginate anche voi i primi raggi del sole che vi scaldano la pelle e scacciano via il freddo dell’inverno? Io immagino un bel viso radioso, rimpolpato, con un colorito omogeneo e magari un accenno di abbronzatura. Questo però è solo quello che immagino…quello che vedo allo specchio invece è un viso stanco, segnato, la pelle disidratata e poco elastica e un pallore che tende al grigiastro.

Questo, oltre a qualche chilo in più magari, è quello ci ha lasciato in eredità questo inverno e in generale questo anno così strano e difficile. Credo che abbiamo tutti voglia di una sorta di rinascita, di tornare a prenderci cura di noi stessi e di sentirci bene. E quale momento migliore della Primavera per sbocciare?

Partiamo dai fondamentali. In questo momento così particolare abbiamo bisogno di un’azione a 360°, che parte da dentro. Quindi prenditi cura di te stessa e del tuo benessere, ritagliati tempo per le attività che ti gratificano, cura i rapporti umani, ricordati di staccare la spina ogni tanto e presta attenzione ad alimentazione e stile di vita.

Tutto questo ti aiuterà a stare meglio e quindi anche ad apparire più serena e luminosa. Se vuoi che questa nuova luce si veda ancora meglio, allora continua a leggere…

Il segreto della beauty routine primaverile

La skin care non è più solamente un puro “trattamento estetico”, ma diventa un rito quotidiano in cui ti prendi cura di te, ti riprendi i tuoi tempi e i tuoi spazi. Magari più semplice e veloce la mattina, quando non hai tempo da perdere e più curata la sera, quando diventa una vera e propria coccola prima di dormire.

Una delle chiavi perchè questa routine primaverile sia veramente efficace è che sia personalizzata in base alla tua pelle. Capita anche a te di ritrovarti con il bagno pieno di creme “miracolose”, che magari hai usato per una settimana e poi, insoddisfatta, hai abbandonato?

Ecco, appunto.

Perchè non esistono creme miracolose, la differenza la fa il prodotto adatto a te. Per questo ti consiglio di rivolgerti ad un’esperta come Sonia, che ti aiuterà a valutare quali sono le tue esigenze e le migliori soluzioni.

Esfoliazione, idratazione e preparazione al sole

Le parole d’ordine per prendersi cura della propria pelle rimangono sempre le stesse indipendentemente dalla stagione: detersione e idratazione. Per fare in modo però che questi step fondamentali siano ancora più efficaci, è bene aggiungerne un terzo: l’esfoliazione, da declinare in base al nostro tipo di pelle.

Perchè l’esfoliazione è particolarmente importante nella skincare primaverile?

  • per portar via il colorito spento e grigio regalatoci da questo inverno in casa e favorire il rinnovamento cellulare
  • perchè i trattamenti successivi siano più efficaci e penetrino più in profondità
  • per preparare la pelle all’estate e eventualmente all’esposizione solare (con moderazione) e ad un’abbronzatura omogenea e duratura

Se appena dico esfoliazione vi vengono in mente quegli scrub granulosi che andavano tanto di moda fino a qualche anno fa, che spesso graffiavano le pelle e non davano i risultati sperati, non preoccupatevi, parlo di un altro tipo di prodotti, che si avvicinano più a dei peeling, ovvero ad un’esfoliazione chimica, non meccanica.

A questo proposito, un prodotto strong, per un vero trattamento d’urto sono le Salviette Renew-Skin di Bakel, perfette per rimuovere qualsiasi traccia di grigiore invernale dal nostro viso. Il trattamento è composto da due fasi: quella acida e quella basica. La prima con acido salicilico, acido citrico e acido malico realizza un delicato ma efficace peeling rimuovendo cellule morte, sebo, residui di creme o trucco, smog. La fase basica invece ripristina il ph naturale della pelle e la riporta in equilibrio. Il risultato è una pelle pulita, fresca e radiosa, pronta a ricevere i trattamenti successivi.
Un’alternativa da usare quotidianamente invece, è la Lotion P50 di Biologique Recherche, da scegliere nella variante più adatta al nostro tipo di pelle. E’ una lozione multifunzione, con acidi ed estratti naturali (addirittura la cipolla!), che esfolia, deterge e purifica.

E adesso idratazione profonda

Dopo averla esfoliata, la pelle è ancora più ricettiva ai trattamenti successivi, quindi è il momento perfetto per idratarla in profondità, magari proprio con un siero. Se pensavate che i sieri avessero solo funzione antiage e fossero indicati solo per le pelli mature…vi sbagliavate. Anche le pelli più giovani meritano questo cocktail speciale di principi attivi!
Ci sono sieri per ogni gusto ed esigenza, ma visto che abbiamo parlato di esfoliazione e in previsione dell’esposizione solare, i più adatti in questa fase sono quelli lenitivi/idratanti come il Serum biosensible o il Serum Yall-O°. Entrambi contengono il famoso acido ialuronico, ma in concentrazione diversa. Il primo è più lenitivo, adatto a calmare la pelle arrossata, magari dopo un’esfoliazione un po’ troppo energica. Aiuta anche a contrastare l’effetto di “pelle che tira”, tipica delle pelli sensibili. Il secondo invece è una vera e propria bomba di idratazione, con effetto rimpolpante, anche per le piccole rughe di disidratazione del contorno occhi. Si tratta inoltre di un siero molto versatile, che si può usare come primo step di idratazione prima della crema, ma anche dopo, per un refresh dissetante durante la giornata.

Una vera chicca: un trattamento per preparare la pelle al sole

Si, sembra ancora lontana, ma in men che non si dica arriverà l’estate. E no, basta con l’associazione estate-prova costume, è un’idea superata e non la sopportiamo più, non in questi termini.

Immaginiamo invece una bella giornata di sole, magari in un gazebo sulla spiaggia, sorseggiando un cocktail, con un bel costume bianco e un’abbronzatura dorata…(dopo un anno di lockdown fatemi almeno sognare). Pensiamo piuttosto a come preparare la pelle del viso per goderci l’estate senza troppe preoccupazioni e approfittare dell’esposizione solare per un bel colorito sano e duraturo.

E’ sicuramente importante proteggere la pelle con la protezione solare, ma di questo parleremo in modo più specifico in un altro articolo, a breve sul blog.

In questa occasione invece vorrei parlarvi di un prodotto innovativo, la Preparation U.V. di Biologique Recherche. Si tratta di un vero e proprio trattamento pre-sole, da iniziare ad usare almeno un mese prima di un’esposizione continua e prolungata. In combinazione con la protezione solare ci permetterà di vivere l’estate con più serenità, prendendosi cura della nostra pelle. Ha 3 diverse azioni:

  • prepara e rinforza la pelle
  • combatte la formazione di radicali liberi, contrastando l’invecchiamento della pelle proprio quando ne ha più bisogno, ovvero sotto al sole
  • stimola la produzione di melanina, favorendo un’abbronzatura omogenea e duratura. Nella sua formulazione infatti è presente un vero e proprio Booster di melanina, a base di estratto di pepe dei monaci, olio di semi di zucca e complesso oleil-tirosina

Adesso siamo veramente pronte.

Certo…ci sono anche questioni per le quali non siamo in grado di darvi una soluzione: le allergie primaverili; il lockdown imposto dalla diffusione della pandemia, della quale dovremo subire gli ultimi strascichi; la gestione dei figli mentre cercate di lavorare da casa e concentrarvi; la voglia di passare del tempo con i propri amici; un pò di spensieratezza.

Per tutto questo ci stiamo attrezzando, ma intanto da qualcosa dovremo pur partire. Ritagliarsi qualche minuto al giorno per prendersi cura di sé e della propria pelle è un ottimo inizio per affrontare tutto il resto.